Come Eliminare I Messaggi Su WhatsApp

Oggi quando scriviamo un messaggio spesso lo facciamo in versione multitasking – ovvero facendo insieme altre 3 cose, se va bene – o comunque sicuramente “di fretta”.

A chi poi non è mai capitato di scrivere una parola, vedendosela poi “corretta” in automatico dal T9? A me è successo tante volte, a volte rendendo il messaggio una piccola chicca comica, per come la parola aveva quasi cambiato il senso del messaggio.

Se anche tu appartieni a questa categoria, sarei felice di sapere che da qualche tempo è possibile cancellare un messaggio su WhatsApp.

Le motivazioni per voler cancellare un messaggio possono essere diverse, per esempio:

  • perché abbiamo scritto in maniera istintiva in un momento di rabbia
  • perché il messaggio era pieno di errori
  • perché abbiamo dato un INVIO per sbaglio mentre il messaggio non era ancora finito

Cancellare un messaggio di WhatsApp

«Questo messaggio è stato eliminato» è la scritta che potrebbe capitarci di leggere nelle nostre chat. WhatsApp, infatti, ha (per alcuni finalmente) integrato la funzionalità che ci permette di cancellare (o detto meglio “richiamare”) i messaggi inviati attraverso la chat, sia nelle conversazioni personali che nei gruppi, di cui ci siamo pentiti o che abbiamo mandato per sbaglio.

Nel nostro smartphone, al posto del testo originale, apparirà la dicitura: «Questo messaggio è stato eliminato».

Come fare per cancellare un messaggio su WhatsApp

Da sempre, anche se forse non tutti lo sapevano, esisteva la possibilità di cancellare un messaggio in una chat, ma questa azione permetteva di eliminare il messaggio solo dal nostro smartphone, mentre su quello del destinatario il messaggio rimaneva visibile.

Attraverso questa nuova funzionalità, invece, possiamo cancellare un messaggio di testo, un’immagine, un video, un audio e anche una nota vocale mandata per sbaglio anche sul dispositivo del destinatario.

Per procedere all’eliminazione di un messaggio basta seguire questi passaggi:

  • Aprire la chat dove è contenuto il messaggio da eliminare.
  • Toccare e tenere premuto il messaggio che si vuole eliminare. Nel caso della nota vocale, è consigliabile cliccare sulla zona del messaggio dove appare la nostra immagine di profilo.
  • Dalla barra che appare in alto selezionare l’icona con il cestino “Elimina”.
  • Nella finestrella che si apre, selezionare la voce “Elimina per tutti”. Selezionando “Elimina per me”, il messaggio viene cancellato solo sul nostro smartphone.

Al termine della procedura, nel fumetto dove c’era il nostro messaggio verrà mostrato il testo “Hai eliminato questo messaggio”.

In termini tecnici, selezionando “Elimina per tutti” WhatsApp manda una copia del messaggio da cancellare ai destinatari, segnalando al loro WhatsApp di cercare quel determinato messaggio nel database dei suoi messaggi. E solo se trovato, viene allora cancellato.

Ripensamento veloce e limitazioni d’uso

Il ripensamento però deve essere veloce. Si potranno infatti cancellare i messaggi solo entro 7 minuti dal loro invio. Trascorso questo tempo, sarà possibile cancellare il messaggio esclusivamente dalla cronologia del nostro smartphone.

Questa nuova funzionalità non può però essere utilizzata per cancellare i messaggi mandati in modalità broadcast e non funzionerà se sia il mittente che il destinatario utilizzano una versione non aggiornata di WhatsApp.

La terza limitazione è data dal fatto che la cancellazione sarà possibile nei 7 minuti dopo l’invio soltanto se il destinatario non ha ancora visualizzato il messaggio.

Questo particolare può essere problematico sopratutto se il nostro interlocutore ha disattivato la visualizzazione delle doppie spunte blu, perché non abbiamo modo di sapere se in quel breve lasso di tempo il destinatario abbia già visualizzato il messaggio.

Vecchi adagi

Sembra che WhatsApp abbia, almeno per il momento, abbandonato l’ipotesi di poter rendere possibile la modifica dei messaggi, che in tanti casi potrebbe essere già sufficiente, senza richiedere l’utilizzo dell’eliminazione.

In ogni caso, da ora in poi avremo a nostra disposizione un’utile funzionalità che ci può permettere di porre rimedio all’avventatezza con cui magari abbiamo scritto un messaggio.

La soluzione migliore resta, tuttavia, a maggior ragione nella dinamica sociale che ci spinge oggi alla velocità e rapidità a tutti i costi, quella di prendersi del tempo: per pensare bene, prima di dire qualcosa, a cosa si vuol dire, come, a chi. Facendo andare le dita sempre un po’ più lente rispetto al cervello e agli stimoli esterni.

Perché il vecchio adagio «conta fino a 10 prima di parlare», è valido anche e soprattutto nell’era digitale.

Rielaborazione dell’originale su Cittanuova.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *