Come funziona Parental Control Secure Kids | Web Consapevole

Come Funziona App Android SecureKids

Esistono, come abbiamo visto, diverse tipologie di strumenti che vengono messe a disposizione dei genitori per monitorale, controllare ed eventualmente filtrare ciò che i propri figli fanno con lo smartphone o con il tablet.

Abbiamo, come prima cosa, imparato che per i possessori di dispositivi Android è possibile mettere dei filtri alle applicazioni scaricabili dal Play Store. Ma nel caso volessimo impostare un controllo maggiore e a 360° sull’utilizzo dei dispositivi mobili da parte dei nostri figli?

Esistono, come si può immaginare, tante app che ci permettono di fare questa cosa. Quella che vedremo nel dettaglio in questo articolo è forse la più famosa ed utilizzata e si chiama Secure Kids.

Una premessa

Prima di entrare nel dettaglio dell’articolo è doverosa una premessa.

Illustrando le caratteristiche di Web Consapevole abbiamo detto che lo scopo di questo progetto di educazione non è quello di fornire o sostituirsi ai sistemi educativi pensati dai genitori, quando di dare degli strumenti per comprendere la complessità dell’ambiente digitale e operare, di conseguenza, nei confronti dei propri figli ciò che si ritiene opportuno al fine di abitare consapevolmente questo ambiente.

Facciamo però qui un’eccezione.

E’ vero, i sistemi di Controllo Genitori sembrano essere una manna dal cielo, perché ci permettono un controllo quasi completo su quello che fanno i nostri figli, anche a distanza e in tempo reale.

Ma l’utilizzo di questi strumenti può finire per azzerare il dialogo e l’accompagnamento, che rimane invece la modalità di educazione digitale da preferire. Perché invece che essere repressiva, permette ai ragazzi di comprendere il perché di alcune scelte e in questo modo di farle perché si sono capiti i rischi e i pericoli, e non perché “è stato detto così”.

secure kids logo

Cosa permette di fare Secure Kids

Premesso questo, vediamo comunque come poter installare e configurare il sistema di Controllo Genitori Secure Kids. Ecco un elenco delle funzionalità messe a disposizione da Secure Kids:

  • sezione genitori, con la quale è possibile gestire tutte le funzioni di controllo parentale SecureKids in qualsiasi momento e in qualsiasi posto
  • statistiche, per vedere come il bambino ha utilizzato il dispositivo: quali applicazioni utilizza di più, quanto tempo le ha utilizzate, o quali sono le categorie di app più utilizzate
  • allarmi, che si possono impostare in diversi dispositivi Android dei vostri figli, senza disporre fisicamente di essi
  • controllo web, scegliendo tra i diversi filtri per impedisci ai bambini di accedere ai siti web indesiderati. Funziona anche in modalità white-list, ovvero aggiungendo un elenco di pagine che è possibile accedere dal dispositivo Android, bloccando automaticamente qualsiasi sito che non è sulla lista
  • controllo applicazioni, per bloccare le applicazioni del dispositivo, lasciando abilitate quelle che si ritengano i bambini possano utilizzare. In aggiunta, attraverso questa funzione si può determinare il tempo di uso di ogni applicazione
  • controllo chiamate, per creare un elenco di numeri di telefono a partire dai contatti di ciascuno dei dispositivi Android, impedendo così al dispositivo di ricevere chiamate da numeri di telefono sconosciuti
  • geolocalizzazione, per conosce la posizione di chi sta utilizzando il dispositivo sotto controllo con un solo click
  • riposi, con cui è possibile bloccare il telefono cellulare impedendo di farne quindi uso per un certo tempo. Ci sono diverse categorie e si possono includere nuove pause personalizzate per un uso personalizzato.
  • impostazione remota, che permette di apportare modifiche al dispositivo controllato da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, da qualsiasi dispositivo, direttamente dal web.
  • pulsante di emergenza, che invia un segnale dal dispositivo controllato, mettendo su una mappa la posizione esatta di chi sta usando il dispositivo, scattando una fotografia automaticamente. Il segnale raggiunge la posta elettronica del genitore, avvisandolo dell’emergenza.

Creare un account su Secure Kids

Il primo passaggio da fare è quello di collegarsi al sito di Secure Kids per creare un account.

Per far questo, clicchiamo in alto a destra su LOGIN / SIGN UP e poi SIGN UP, inseriamo il nostro indirizzo e-mail, scegliamo una password e concludiamo l’operazione cliccando SIGN UP. A seguito di queste operazioni dovremmo ricevere un’email con il link per attivare l’account.

Primo passo: installare Secure Kids sul dispositivo dei figli

Come prima cosa installiamo la app Secure Kids sul dispositivo che vogliamo controllare. Per fare questo andiamo sul Play Store, cerchiamo ed installiamo la app Parental Controll SecureKids .

Al primo avvio viene chiesto di chi è il dispositivo, selezioniamo l’icona Child e clicchiamo su NEXT.

prima schermata Secure Kids

 

Secondo passo: come accedere all’app SecureKids

Per continuare ci verrà chiesto di effettuare l’accesso all’account che abbiamo creato in precedenza, inserendo e-mail e password. Nel caso abbiamo saltato questo passaggio possiamo rimediare facendo la registrazione direttamente dal dispositivo, e anche in questo caso dovremo però prima attivare l’account via e-mail.

Una volta che abbiamo collegato il device che vogliamo monitorare al nostro account personale, possiamo personalizzarlo inserendo il nome del dispositivo, il nome di nostro figlio, la data di nascita e un’immagine.

Terzo passo: Attivazione permessi di Secure Kids

A questo punto Secure Kids ci chiederà di abilitare i permessi necessari per farla funzionare e per il controllo da remoto.

Il primo servizio da attivare (toccando sul controllo a destra) permette di

  • consentire il blocco delle applicazioni
  • ottenere le statistiche e geolocalizzazione del dispositivo

Oltre a questo, va abilitato anche il servizio relativo all’amministrazione del dispositivo, che impedirà all’utilizzatore di disinstallare l’applicazione senza il permesso di chi lo gestisce e quello per accedere ai dati delle app installate sul dispositivo controllato.

Dopo aver attivato tutti i permessi il dispositivo è diventato monitorabile e quindi può essere

Centro di comando

Il vero cuore del sistema, però, è il centro di comando, che attraverso il sito di SecureKids o un altro dispositivo Android, permette al “controllore” di configurare le restrizioni e controllare le attività effettuate con il dispositivo da controllare attraverso una semplice ed intuittiva “bacheca”.

schermata dashboard

Aree di intervento

Come si vede nell’immagine, sono diverse le aree di intervento:

  • Internet
  • Applicazioni
  • Telefonate
  • Allarmi
  • Intervalli
  • Emergenze

All’inizio le restrizioni sono tutte disabilitate, e quindi il dispositivo che si intende controllare è liberamente utilizzabile.

Ognuna delle diverse aree di intervento è indipendente dalle altre, questo significa che è possibile abilitare alcune funzionalità e lasciarne disabilitate altre, oltre che a scegliere il livello di sicurezza, il tipo dei contenuti da filtrare e aggiugere anche delle eccezioni.

Conclusione: usare o non usare Secure Kids?

L’abbiamo detto nella premessa: utilizzare un sistema “repressivo” e di controllo come quello di Secure Kids dovrebbe essere l’ultima spiaggia, a cui appigliarsi solo in casi disperati.

Sicuramente a livello immediato Secure Kids ci risolve molti problemi: possiamo decidere cosa i nostri figli possono vedere e cosa no; possiamo sapere quali applicazioni usano, per quanto tempo, e pure limitare il loro uso. Possiamo poi addirittura vedere dove i nostri figli si trovano in ogni momento.

Ma tutto questo toglie spazio al dialogo e alla crescita nel rapporto di fiducia, perché si sostituisce al ruolo di educatore e sopratutto non insegna ai ragazzi e ai bambini, anche sbagliando, a regolarsi da soli sul tempo che utilizzano lo smartphone, sui luoghi che frequentano, sulle relazioni che instaurano.

Come imparare ad accompagnare i figli nell’ambiente digitale

Se vuoi imparare ad accompagnare i ragazzi nell’ambiente digitale, senza delegare questo aspetto a degli algoritmi questo è il posto giusto. Web Consapevole ha infatti proprio questa “mission”: aiutare i genitori, in questo caso, a mettere nel proprio bagaglio personale gli strumenti per accompagnare in modo adeguato i propri figli alla scoperta e allo stare immersi nell’ambiente digitale.

Leggi in cosa consiste il corso di educazione digitale per genitori e contattaci, saremo contenti di aiutarti ad aiutare 🙂

Lascia un commento

Hai qualche domanda, qualche riflessione, qualche considerazione da fare su quello che hai letto in questo articolo? Utilizza i commenti qui sotto!